Cure termali spesate dall'INPS, come presentare la domanda

Bonus di 280 euro a chi invia domanda entro il 13 maggio, non è necessario essere beneficiari della legge 104

Redazione Prima Pagina Castelvetrano
Redazione Prima Pagina Castelvetrano
23 Aprile 2022 08:00
Cure termali spesate dall'INPS, come presentare la domanda

Dico la verità, ho ricevuto una chiamata da una struttura termale vicino al nostro comune in cui venivo informata che avrei potuto usufruire delle cure termali per me ed i miei figli; siamo tutti e tre allergici e asmatici. Così ho avuto la curiosità di informai sulle eventuali agevolazioni o promozioni ed eccomi qui a scrivere questo pezzo e ad informare come sempre. Partiamo da un presupposto: anno grazie ai tanti bandi messi a disposizione dall’INPS sono diverse le famiglie ma anche i ragazzi e gli studenti che hanno la possibilità di godere di importanti prestazioni o agevolazioni. Penso ad esempio alle borse di studio erogate per alcuni studenti o alle prestazioni per garantire supporto sia ai disabili che alle loro famiglie. Nonché ai contributi per l'asilo nido a favore delle famiglie con figli minori.

Ecco un altro beneficio: l’INPS annualmente offre la possibilità di partecipare ad un concorso per ottenere l’assegnazione di un contributo per usufruire di cure termali. Anche senza Legge 104 si potranno ottenere fino a 280 euro per effettuare cure termali necessarie per rimuovere o allontanare particolari disturbi. Da pochi giorni infatti l’INPS ha pubblicato il bando di concorso per fruire dei contributi per cure termali, e precisamente in data 14 aprile 2022 ha pubblicato il bando per gli iscritti al Nuovo Fondo di Mutualità ex IPOST. In particolare per chi ha versato almeno 1.000 euro. Gli interessati potranno fruire dei soggiorni nel periodo compreso tra il 1° giugno e il 30 novembre 2022 e dovranno presentare la domanda entro e non oltre il 13 maggio 2022.

L’Istituto conferisce contributi per soggiorni per cure termali che si effettuano presso alberghi, bed & breakfast, case vacanze, agriturismo, affittacamere o campeggi liberamente scelti. Le strutture ovviamente dovranno essere situate esclusivamente sul territorio nazionale.

Per la presentazione della domanda sarà necessario produrre la copia del cedolino dello stipendio e dell’originale certificato medico dell’ASL, con codice regionale. L'ASL dovrà attestare la necessità delle cure termali e la relativa tipologia di cui si ha bisogno. Chi è interessato può scaricare la domanda dal portale dell’INPS, compilarla e inviarla a mezzo raccomandata o PEC, seguendo le istruzioni contenute nel bando. Ci si può rivolgere anche ad un Patronato per essere sicura della procedura.

Ogni partecipante al concorso dovrà inviare una busta contenente esclusivamente la domanda riferita al partecipante medesimo anche se appartenenti ad uno stesso nucleo familiare. Il contributo erogato dall’Istituto sarà pari ad un massimo di 40 euro per ciascun giorno di cura e pernottamento per un massimo di 7 pernottamenti. L’importo erogato non potrà comunque essere superiore a quanto effettivamente speso. Pertanto, per la corresponsione del contributo, gli ammessi al beneficio dovranno produrre entro e non oltre il 31 dicembre 2022 la seguente documentazione:

dichiarazione di avvenuta fruizione delle cure termali con l’indicazione del periodo su carta intestata dello stabilimentotermale;

nonché documentazione della spesa fiscalmente valida intestata esclusivamente al beneficiario.

Saperne di più aiuta a scegliere. A chi dovesse essere interessato spero di avere dato una utile informazione.

Maria Elena Bianco

In evidenza