Slow Food Alto Belice con Road to Terra Madre promuove la biodiversità

L'evento è propedeutico al Salone del Gusto, insieme a comuni e ordine architetti di Trapani

Redazione Prima Pagina Castelvetrano
Redazione Prima Pagina Castelvetrano
21 Giugno 2022 11:33
Slow Food Alto Belice con Road to Terra Madre promuove la biodiversità

La comunità slow food per la valorizzazione del alto Belice con il progetto “la collina frontiera di biodiversità” sarà presente a road to terra madre Sicilia che si terrà a Caltanissetta nei prossimi giorni. A sostegno della Comunità i sindaci di cinque comuni e l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Trapani insieme per promuovere la collina come frontiera della biodiversità valorizzare i propri territori e andare verso il Salone del Gusto di Torino con un prodotto sinergico e per fare sistema.

A portare avanti questo ambizioso progetto la portavoce della comunità slow food , la dottoressa Serafina Di Rosa, che ha presentato uno stimolante progetto ai sindaci dei comuni di Castelvetrano, Campobello di Mazara, Gibellina, Partanna, Salemi e Santa Ninfa e con la collaborazione della presidente provinciale dell’Ordine degli architetti Giuseppina Pizzo ha scritto un dossier per le adesioni al progetto “The road to Terra madre” un’ attività che porta la carovana di slow food verso il salone del gusto di Torino che si terrà in settembre.

“The road to terra madre” è un marcia di avvicinamento all’evento mondiale del gusto, che mira a promuovere modelli di sviluppo alternativo che sappiano valorizzare e creare un nuovo sistema agro-alimentrare più buono e pulito, che sappia rispondere alle sfide dell’attualità alla luce delle emergenze climatiche, sanitarie e geopolitiche. La parola d’ordine della nuova edizione sarà “Rigenerazione”, nell’ottica di perseguire migliori partiche agricole sostenibili ed eque e nuove abitudini di consumi.

E in tal senso l’adesione di questi comuni che fanno rete e che valorizzano i propri siti di interesse storico culturale sarà il valore aggiunto per dimostrare quella coesione e quella difesa del territorio ormai imprescindibile per portare avanti le proprie eccellenze. Il prossimo 26 giugno a Caltanissetta sarà organizzata una tavola rotonda dal titolo “la collina frontiera di biodiversità” dove saranno meglio illustrate le peculiarità del progetto

Foto gallery
In evidenza