La Sinistra per Castelvetrano domani ricorderà la strage dimenticata

L'otto maggio 1921 si consumò una strage fascista. Nel centenario di quell'eccidio si ricorderanno le vittime

Redazione Prima Pagina Castelvetrano
Redazione Prima Pagina Castelvetrano
07 Maggio 2021 09:05
La Sinistra per Castelvetrano domani ricorderà la strage dimenticata

L’otto maggio 2021 ricorre il centenario della strage “dimenticata”, impunita e sconosciuta ai più. A Castelvetrano l’otto maggio 1921 si consumò la violenza a danno di vittime innocenti, i fascisti spararono sulla folla durante il comizio di un oratore socialista. È nostro il tentativo di sottrarre con caparbietà questa memoria al velo pesante e ruvido dell’oblio, ricordandola. La Sinistra per Castelvetrano, unitamente al Pd cittadino che ne ha abbracciato e condiviso spirito e organizzazione, nell’osservanza delle norme anticovid, si troveranno l’otto maggio alle h.18.30 in Piazza Umberto I°.

Nell’occasione su quest'ultimo oscurato evento storico verranno letti alcuni passi del saggio curato da Giandomenico Coco e Nicola Di Maio, "Piovevano Bombe. Fascismo e Mafia in un paese siciliano (1919-1922)" in corso di pubblicazione per una Casa editrice. Parleremo anche de “Il Filo rosso” Documenti per Gianni Diecidue, libro scritto dal compianto Nicola Di Maio, intellettuale e saggista, che ci regala un cameo a tutto tondo di Gianni Diecidue, poeta, storico, uomo di teatro, politico, unitamente ai contesti letterari che “ muovevano” la provincia di Trapani negli anni ’60, ’70, ’80 del secolo scorso.Gianni Diecidue e Nicola Di Maio, due figli illustri della città.

In evidenza