Italiano-Cosmi, un confronto che riscalda i cuori granata

Amarcord granata per coloro che sono entrati comunque nella storia del Trapani Calcio.

Mirko
Mirko Ditta
11 Aprile 2021 10:03
Italiano-Cosmi, un confronto che riscalda i cuori granata

Due umori diametralmente opposti al termine della gara a dispetto del bell'abbraccio poco prima del fischio d'inizio tra Spezia e Crotone. Il gesto affettuoso tra Vincenzo Italiano e Serse Cosmi ha scaldato i cuori di tanti tifosi granata, di certo tra i protagonisti più autentici della storia del Trapani Calcio. Chi, come Italiano, l'ha riscritta con la promozione in B nella stagione 2018/19; e chi, invece, come Cosmi, ha fatto sognare un'intera nazione con la classica favola dal mancato lieto fine. Tra i due allenatori ieri è stato il primo confronto in assoluto: lo scontro diretto al "Picco" lo hanno vinto i padroni di casa. Il tecnico di Karlsruhe è vicino all'ennesimo prodigio della sua giovane carriera da allenatore, a salvare la squadra da lui portata nella massima serie per la prima volta nella sua storia, contro ogni pronostico e con un buon margine di vantaggio (10 punti, in attesa della gara di oggi del Cagliari) dalla retrocessione diretta. 

Con più di un piede in Serie B invece c'è il Crotone, nonostante i pitagorici meritassero altro ieri con doppio vantaggio rimontato e sorpasso definitivo subìto al 92'. Cosmi, dal suo arrivo al posto dell'esonerato Stroppa, ha però saputo dare un'impronta di gioco riuscendo ad andare in gol anche con ottima frequenza ed offrire gare di spessore, due su tutte quelle contro Lazio e Napoli. La realtà però tutt'altra, impietosa: una vittoria, cinque sconfitte e ultimo posto a 16 punti.Molte le congruenze tra loro, non solo dal punto di vista fisico: i medesimi moduli di gioco sempre e comunque (4-3-3 dell'ex centrocampista del Padova e lo 'storico' 3-5-2 cosmiano), con una manovra tutta palla a terra e una presenza fissa, oltre l'ossessivo, dalla panchina.

In evidenza