Le giovani Sentinelle della Legalita’del 2°circolo incontrano il Sindaco

La Fondazione Caponnetto ha lo scopo di incontrare i giovani delle scuole per promuovere la cultura della legalità

Redazione Prima Pagina Castelvetrano
Redazione Prima Pagina Castelvetrano
05 Maggio 2021 08:00
Le giovani Sentinelle della Legalita’del 2°circolo incontrano il Sindaco

Il 27 aprile si è svolta la seconda fase del progetto “Giovani Sentinelle della Legalità” indetto dalla Fondazione Antonino Caponnetto.

Gli alunni delle classi quarte del 2° Circolo Didattico Ruggero Settimo di Castelvetrano hanno incontrato il Sindaco della Città, dott. Enzo Alfano, in modalità di videoconferenza , alla presenza del dott. Domenico Bilotta, responsabile nazionale della Fondazione “Antonino Caponnetto”. All’incontro hanno partecipato Pasquale Calamia, referente provinciale, Sergio Tamborrino, redattore editoriale e Claudio Gherardini, giornalista e pubblicista.

Già da molti anni la Fondazione Caponnetto si prefigge lo scopo di incontrare i giovani andando nelle scuole per promuovere la cultura della legalità , strumento fondamentale per costruire e disseminare ideali di giustizia, solidarietà e verità.

L’iniziativa nasce dall’idea di promuovere l’educazione alla cittadinanza attraverso la realizzazione di un compito autentico: indagare una problematica presente nella città in cui i ragazzi vivono e cercare di trovare delle soluzioni con il coinvolgimento delle Istituzioni.

Anche quest’anno gli alunni hanno svolto con impegno e passione il loro ruolo di Sentinelle e la loro attenzione si è rivolta alla vicina Selinunte, vista sia come borgo marinaro che come sito di rilevante interesse archeologico.

Gli alunni hanno analizzato tutte le possibili criticità e numerose sono state le idee esposte al Sindaco, che si è ritrovato a dialogare con alunni motivati, interessati al bene comune e al miglioramento dei loro “luoghi del cuore”.

Le proposte degli allievi hanno riguardato numerosi aspetti: trasporti adeguati per i turisti, apertura di negozi nelle vie del borgo, rinnovo dei locali già presenti, cura e decoro delle strade, turismo sostenibile, creazione di un Museo del mare o di un Polo universitario.

Un’interessante proposta è stata quella di stipulare una Convenzione con le più importanti compagnie da crociera, al fine di inserire Selinunte tra le escursioni da proporre a bordo delle navi.

Nonostante la loro tenera età, gli alunni hanno esposto con sicurezza e decisione le loro idee riguardo allo sviluppo del turismo, indispensabile, a loro modo di vedere, per la ripresa economica della Città.

La loro attenzione si è poi spostata sulle condizioni in cui versa il porto che alcune volte è da ostacolo alle attività legate alla pesca e che non offre una piacevole vista ai turisti e hanno chiesto al Sindaco interventi urgenti e risolutori.

Le altre criticità rilevate dai bambini hanno riguardato il Parco Archeologico, sul quale gli alunni hanno lavorato con impegno e passione. Anche su questo tema le proposte sono state tantissime, e, avendo appreso che la cura del sito non è di competenza comunale ma regionale, è stato chiesto al dott. Alfano di riportare le richieste nelle sedi istituzionali opportune.

Gli alunni si sono concentrati sull’importanza del patrimonio di interesse archeologico che non deve, a loro modo di vedere, essere nascosto dalle dune, ma ben visibile a tutti, come già avviene a Paestum, Agrigento e Atene… Hanno poi riflettuto sul fatto che da anni ormai non ci sono lavori di scavo per riportare alla luce tutti i tesori che il sottosuolo ancora nasconde, a partire dalla Collina Manuzza e ai resti dell’antico porto. Sono stati denunciati l’incuria, ma anche il disinteresse verso la fruibilità che il Parco dovrebbe avere per i bambini: essi, definitisi dei veri e propri influencers della legalità, hanno proposto la creazione di percorsi con guide adeguate, mappe a misura di bambino e un utilizzo diverso del Baglio Florio, nel quale si potrebbero creare laboratori didattici per le scolaresche in gita di istruzione, feste di compleanno a tema, spettacoli “storici” per bambini, letture animate…

Il vivace dibattito si è concluso con la lettura di poesie e slogan accattivanti creati dagli alunni e con la promessa da parte del Sindaco di portare nelle sedi opportune quanto da loro esposto.

Il Sindaco, inoltre, ha mostrato notevole apprezzamento per i lavori e gli interventi delle giovani Sentinelle che, con notevole senso civico, hanno sostenuto le loro idee e si sono messe in gioco per cercare di risolvere le problematiche della loro Città.

Particolarmente soddisfatta la preside, prof.ssa Maria Luisa Simanella, che si è sempre mostrata favorevole alla costruzione di percorsi educativo-didattici aperti al territorio e alle sue esigenze, per una Scuola che formi l’uomo e il futuro cittadino responsabile e consapevole, sicchè gli alunni possano diventare “cittadini di un mondo migliore”.

L’insegnante referente

Anna Maria Vitiello

Foto gallery
In evidenza