Al liceo M.Cipolla va in scena ''Crescere nella cultura della legalità''

Prevista il 7 maggio la manifestazione conclusiva del progetto sulla criminalità organizzata in tempo di Covid.

Redazione Prima Pagina Castelvetrano
Redazione Prima Pagina Castelvetrano
04 Maggio 2021 17:00
Al liceo M.Cipolla va in scena ''Crescere nella cultura della legalità''

A conclusione del percorso progettuale “Crescere nella cultura della legalità”, che ha visto coinvolte le classi V del Liceo Scientifico, “M. Cipolla”, si svolgerà la manifestazione conclusiva.

Il progetto, finanziato dalla Regione Sicilia a seguito del bando “Interventi in favore delle istituzioni scolastiche per la realizzazione di progetti relativi l’autonomia scolastica, i valori di legalità, di diffusione dell’identità siciliana e la promozione della cultura scientifica”, nasce dalla mission dell’Istituto di formare cittadini consapevoli e responsabili nella sfera del privato quanto nel sociale e con l’obiettivo di avvicinare gli alunni alle associazioni del territorio impegnate nella lotta alla cultura mafiosa. Il progetto articolato in più fasi, con la preziosa collaborazione dell’ASSOCIAZIONE LIBERA, nella figura del referente provinciale Salvatore Inguì, vede la partecipazione di Angelo Sicilia, appassionato studioso della tradizione marionettistica siciliana, ideatore dei "Pupi Antimafia, eroi della lotta contro Cosa Nostra che prendono il posto dei paladini di Francia.

Il marionettista Sicilia, nei locali dell’Aula Magna dedicata a Peppino Impastato, venerdì 7 maggio, alle ore 11.30, metterà in scena l’opera “Peppino di Cinisi contro la mafia”.

A seguire alcuni alunni presenteranno i loro lavori, nati da una riflessione e da un confronto sugli argomenti di cittadinanza responsabile, valori etico-ambientali e partecipazione attiva, consentendo loro di acquisire una conoscenza approfondita della tematica in oggetto in modo che la memoria non diventi fine a se stessa.

In evidenza