Il Club Unesco Castelvetrano presenta la Fondazione Sebastiano Tusa

Domani al Castello Grifeo di Partanna importante convegno e presentazione di โ€œ๐—ฆ๐—ถ๐—ฐ๐—ถ๐—น๐—ถ๐—ฎ ๐—”๐—ฟ๐—ฐ๐—ต๐—ฒ๐—ผ๐—น๐—ผ๐—ด๐—ถ๐—ฐ๐—ฎโ€

Redazione Prima Pagina Castelvetrano
Redazione Prima Pagina Castelvetrano
17 Giugno 2022 09:00
Il Club Unesco Castelvetrano presenta la Fondazione Sebastiano Tusa

Lโ€™ereditร , culturale e progettuale, di Sebastiano Tusa sarร  portata avanti dalla Fondazione a lui intitolata, riconosciuta nel marzo 2021. โ€œEโ€™ una grande responsabilitร  โ€“ ha dichiarato Valeria Patrizia Li Vigni, vedova dellโ€™archeologo, sua compagna di studi e presidente della fondazione โ€“ dovrรฒ cercare di portare avanti con dignitร  e passione questo ruolo. La sfida รจ portare avanti il percorso avviato da lui con intelligenza e senza mai adagiarsi sugli ostacoli che continuamente si pongonoโ€.

โ€œIn particolare โ€“ ha aggiunto โ€“ ci stiamo concentrando sugli itinerari subacquei, lโ€™idea รจ quella di unire questi itinerari alla rete dei parchi archeologici, offrendo ai visitatori una doppia possibilitร : quella di seguire le ricerche subacquee dal museo grazie a postazioni di telerilevamento, oppure di fare vere e proprie escursioni subacquee nei luoghi interessati dai resti archeologici guidati da driver professionistiโ€. Lโ€™idea รจ di proseguire le ricerche dellโ€™archeologo, celebrandone la memoria anche attraverso seminari, borse di studio e altre attivitร .

Un modo per ricordare un instancabile e raffinato intellettuale, innamorato della Sicilia come pochi, il cui lascito immenso รจ patrimonio di tutti. Lโ€™istituzione della Fondazione โ€œSebastiano Tusaโ€ รจ stata inserita nella legge di stabilitร  varata recentemente dal governo regionale. Nel febbraio 2022 il sindaco di Partanna Nicola Catania ha annunciato che l'immobile dell'area archeologica di contrada Stretto sarร  sede della Fondazione 'Sebastiano Tusa'. โ€œSiamo stati ben lieti di accogliere a Partanna una sede della Fondazione Sebastiano Tusa โ€“ ha dichiarato il Sindaco โ€“ consapevoli del fatto che per Sebastiano rappresentava il luogo dove ritirarsi, riflettere e studiare.

Il suo ricordo continua ad essere fondamentale per la nostra comunitร . La sede che abbiamo voluto assegnare alla Fondazione Sebastiano Tusa รจ una conseguenza naturale per chi ha ricevuto la cittadinanza onoraria e testimonia lโ€™affetto nei suoi confronti: vogliamo contribuire a portare avanti le idee e i progetti di Sebastianoโ€.

La rivista โ€œSicilia Archeologicaโ€ nasceva da una idea di Vincenzo Tusa, che la fondava in collaborazione con la Provincia di Trapani nel 1968; da allora, vennero pubblicati i primi 104 numeri. Lโ€™editore della rivista era lโ€™Ente Provinciale per il Turismo di Trapani, Vincenzo Tusa ne era il direttore responsabile e Pietro Vento il curatore. La rivista veniva distribuita in esclusiva dallโ€™Erma di Bretschneider. Purtroppo, la pubblicazione subรฌ un arresto. Vincenzo Tusa, non piรน in servizio, faticava a seguire gli avvicendamenti apicali della Provincia e fu grazie alla tenacia, la perseveranza e lโ€™amore di Sebastiano Tusa per la divulgazione e la conoscenza scientifica del nostro Patrimonio, entro i confini nazionali e internazionali, che nel 2010 fu riavviata la stampa โ€“ fermamente convinto S.

Tusa dellโ€™alto valore scientifico e della forza del periodico โ€“ mantenendone la stessa intitolazione. La rivista fu affidata dalla Provincia allโ€™Associazione creata da Sebastiano a Partanna, โ€œPrima Archeologia del Mediterraneoโ€, che aveva anche lโ€™intento di diffondere la cultura e la crescita civile del patrimonio archeologico, storico, culturale e ambientale ed ampliare la conoscenza della cultura, archeologica e storica in genere, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni.

Nella nuova edizione si invitava a scrivere sulle ricerche effettuate sullโ€™isola e a diffonderne le bellezze nel mondo. Rinasceva con un approccio diverso, si apriva a tutte le tematiche, la storia, lโ€™antropologia, lโ€™arte moderna e contemporanea, con una chiave di lettura interdisciplinare. Lo scopo era quello di ampliare la cerchia dei lettori e diventare un punto di riferimento per divulgare al meglio il nostro immenso patrimonio. Si stamparono altri sette numeri, dal n. 105 al n. 111, il direttore responsabile era Sebastiano Tusa, โ€œPrima Archeologia del Mediterraneoโ€ editore e con la distribuzione esclusiva sempre dellโ€™Erma di Bretschneider.

Il n. 111/2019, lโ€™ultimo pubblicato, conteneva gli Atti del Convegno Internazionale su โ€œSelinunte: Produzioni ed Economia di una Colonia Greca di Frontieraโ€. Convegno organizzato dal Club per lโ€™UNESCO di Castelvetrano Selinunte, tenutosi al Baglio Florio del Parco Archeologico il 15-16 Aprile 2016. Alla scomparsa di Sebastiano e a causa delle difficoltร  subentrate per lo scioglimento delle province, sostituite dai Consorzi di Comuni, fu Giovanni Ingoglia a sostenerne la ripresa.

Egli fu fondamentale per il recupero di un progetto che rischiava di naufragare. <<Fu lui, con la luciditร  e la passione che lo stimolavano โ€“ dichiara la Li Vigni โ€“ a ricordarmi, giร  ammalato e nellโ€™ultima parte della sua esistenza, di definire lโ€™iter burocratico che aveva visto il Consorzio, su richiesta dellโ€™Associazione โ€œPrima Archeologiaโ€, riavviare la rivista, affidarla alla โ€œFondazione Sebastiano Tusaโ€ e registrarla nuovamente al tribunale di Trapani>>.

Il numero 112 della rivista โ€œ๐—ฆ๐—ถ๐—ฐ๐—ถ๐—น๐—ถ๐—ฎ ๐—”๐—ฟ๐—ฐ๐—ต๐—ฒ๐—ผ๐—น๐—ผ๐—ด๐—ถ๐—ฐ๐—ฎโ€, stampata e distribuita da L'Erma di Bretschneider, esce a tre anni dalla tragica scomparsa di Sebastiano Tusa. suo Direttore e cuore pulsante. "๐‘„๐‘ข๐‘’๐‘ ๐‘ก๐‘œ ๐‘›๐‘ข๐‘š๐‘’๐‘Ÿ๐‘œ โ€“ scrive Valeria Livigni, Presidente della Fondazione Sebastiano Tusa e Direttore responsabile della rivista โ€“ ๐‘’ฬ€ ๐‘ ๐‘ก๐‘Ž๐‘ก๐‘œ ๐‘๐‘ข๐‘๐‘๐‘™๐‘–๐‘๐‘Ž๐‘ก๐‘œ ๐‘๐‘œ๐‘ ๐‘–ฬ€ ๐‘๐‘œ๐‘š๐‘’ ๐‘™โ€™๐‘Ž๐‘ฃ๐‘’๐‘ฃ๐‘Ž ๐‘™๐‘Ž๐‘ ๐‘๐‘–๐‘Ž๐‘ก๐‘œ ๐‘†๐‘’๐‘๐‘Ž๐‘ ๐‘ก๐‘–๐‘Ž๐‘›๐‘œ, ๐‘โ„Ž๐‘’ ๐‘๐‘Ÿ๐‘œ๐‘๐‘Ž๐‘๐‘–๐‘™๐‘š๐‘’๐‘›๐‘ก๐‘’ ๐‘›๐‘œ๐‘› ๐‘Ž๐‘ฃ๐‘Ÿ๐‘Žฬ€ ๐‘Ÿ๐‘–๐‘ฃ๐‘–๐‘ ๐‘ก๐‘œ ๐‘ก๐‘ข๐‘ก๐‘ก๐‘– ๐‘– ๐‘๐‘œ๐‘›๐‘ก๐‘Ÿ๐‘–๐‘๐‘ข๐‘ก๐‘–, ๐‘’ ๐‘โ„Ž๐‘’ ๐‘๐‘’๐‘Ÿ๐‘ก๐‘Ž๐‘š๐‘’๐‘›๐‘ก๐‘’ ๐‘›๐‘’ ๐‘Ž๐‘ฃ๐‘Ÿ๐‘’๐‘๐‘๐‘’ ๐‘Ÿ๐‘Ž๐‘๐‘๐‘œ๐‘™๐‘ก๐‘– ๐‘Ž๐‘™๐‘ก๐‘Ÿ๐‘–, ๐‘๐‘œ๐‘› ๐‘™๐‘Ž ๐‘“๐‘’๐‘Ÿ๐‘š๐‘Ž ๐‘ฃ๐‘œ๐‘™๐‘œ๐‘›๐‘ก๐‘Žฬ€ ๐‘‘๐‘– ๐‘‘๐‘Ž๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘๐‘Ÿ๐‘’๐‘๐‘’๐‘‘๐‘’๐‘›๐‘ง๐‘Ž ๐‘Ž๐‘– ๐‘”๐‘–๐‘œ๐‘ฃ๐‘Ž๐‘›๐‘–, ๐‘Ž๐‘”๐‘™๐‘– ๐‘Ž๐‘๐‘๐‘Ž๐‘ ๐‘ ๐‘–๐‘œ๐‘›๐‘Ž๐‘ก๐‘–, ๐‘ ๐‘’๐‘š๐‘๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘๐‘œ๐‘›๐‘ฃ๐‘–๐‘›๐‘ก๐‘œ ๐‘โ„Ž๐‘’ ๐‘™๐‘’ ๐‘›๐‘ข๐‘œ๐‘ฃ๐‘’ ๐‘”๐‘’๐‘›๐‘’๐‘Ÿ๐‘Ž๐‘ง๐‘–๐‘œ๐‘›๐‘– ๐‘ฃ๐‘Ž๐‘›๐‘›๐‘œ ๐‘ ๐‘ก๐‘–๐‘š๐‘œ๐‘™๐‘Ž๐‘ก๐‘’ ๐‘Ž ๐‘ก๐‘Ÿ๐‘Ž๐‘Ÿ๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘ ๐‘๐‘ข๐‘›๐‘ก๐‘œ ๐‘‘๐‘Ž๐‘™ ๐‘๐‘Ž๐‘ ๐‘ ๐‘Ž๐‘ก๐‘œ ๐‘๐‘’๐‘Ÿ ๐‘๐‘œ๐‘ ๐‘ก๐‘Ÿ๐‘ข๐‘–๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘ข๐‘› ๐‘“๐‘ข๐‘ก๐‘ข๐‘Ÿ๐‘œ ๐‘š๐‘–๐‘”๐‘™๐‘–๐‘œ๐‘Ÿ๐‘’.

๐ด๐‘๐‘๐‘–๐‘Ž๐‘š๐‘œ ๐‘ฃ๐‘œ๐‘™๐‘ข๐‘ก๐‘œ ๐‘š๐‘Ž๐‘›๐‘ก๐‘’๐‘›๐‘’๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘ ๐‘œ๐‘™๐‘ก๐‘Ž๐‘›๐‘ก๐‘œ ๐‘– ๐‘๐‘œ๐‘›๐‘ก๐‘Ÿ๐‘–๐‘๐‘ข๐‘ก๐‘– ๐‘Ž ๐‘™๐‘ข๐‘– ๐‘๐‘’๐‘Ÿ๐‘ฃ๐‘’๐‘›๐‘ข๐‘ก๐‘–, ๐‘ž๐‘ข๐‘Ž๐‘ ๐‘– ๐‘Ž ๐‘‘๐‘œ๐‘๐‘ข๐‘š๐‘’๐‘›๐‘ก๐‘Ž๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘’ ๐‘Ÿ๐‘’๐‘›๐‘‘๐‘’๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘ฃ๐‘–๐‘ฃ๐‘œ ๐‘™โ€™๐‘ข๐‘™๐‘ก๐‘–๐‘š๐‘œ ๐‘Ž๐‘ก๐‘ก๐‘œ ๐‘‘๐‘– ๐‘†๐‘’๐‘๐‘Ž๐‘ ๐‘ก๐‘–๐‘Ž๐‘›๐‘œ ๐‘›๐‘’๐‘™๐‘™๐‘Ž ๐‘ ๐‘ข๐‘Ž ๐‘“๐‘ข๐‘›๐‘ง๐‘–๐‘œ๐‘›๐‘’ ๐‘‘๐‘– ๐ท๐‘–๐‘Ÿ๐‘’๐‘ก๐‘ก๐‘œ๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘Ÿ๐‘’๐‘ ๐‘๐‘œ๐‘›๐‘ ๐‘Ž๐‘๐‘–๐‘™๐‘’...

".

Lโ€™evento รจ promosso dal โ€œClub per lโ€™UNESCO di Castelvetrano Selinunteโ€ in collaborazione con โ€œPA (Prima Archeologia)โ€ di Partanna e con il patrocinio del Comune di Partanna.

Interverrร  la Dott.ssa Valeria Li Vigni, Presidente della Fondazione e Direttrice della rivista.

Lโ€™addetto alla Comunicazione

Nicola Miceli

Foto gallery
In evidenza